stand euroluce

Penta - 2017

Ho progettato lo Stand penta pensando ad uno spazio di proporzioni domestiche all’interno del quale ho voluto sviluppare un percorso narrativo per contestualizzare le lampade come in una casa, una casa estratta. Una casa fatta di materiali come citazione di materiali, arredata da mobili come citazione di mobili in modo da dare la piena attenzione alle lampade. Volevo che il visitatore avesse una esperienza astratta e focalizzasse la sua attenzione sui prodotti. Ogni spazio di questa “casa” è stato dedicato ad un nuovo prodotto nella sua completezza tipologica in modo da rappresentare non solo gli aspetti formali ma anche funzionali. Elemento importante di questo allestimento è sicuramente la scelta degli oggetti di styling che riprendono il tema del rapporto tra design e arte già protagonista della campagna ADV 2016 “Artframe”, valore imprescindibile del prodotto Penta per la sua qualità di progetto, cura nella realizzazione e totalmente realizzato da sapienti mani italiane.

I designed the Stand for Penta thinking about the proportions of a home, in which I wanted to develop a specific narrative to set the lamps, just like I would do in a house, an extracted house. A house made of simple and basic materials of reference, fitted furniture as a citation of furniture in order to have the lamps centre-stage. My idea was  for the visitors to have an abstract experience focusing the attention on the products. Each space of this “home” is in fact devoted to a new product in its completeness, not only to showcase its formal aspects, but also the functional ones. An element of paramount importance is definitely the choice of the styling objects that echo the leading theme and engage in game playing on the relationship between design and art, as with the former star of the campaign ADV 2016 “Art Frame”, an essential value, a Penta hallmark for high-end design quality, utmost care in the creation of products totally made by skilled Italian craftsmen.